PROTESI FISSA SU DENTI NATURALI:

Una protesi fissa su denti naturali è un restauro protesico che ricopre totalmente la parte visibile di un dente. Essa è chiamata corona totale, viene fissata direttamente al dente con cementi specifici e non può esser rimossa dal paziente.

Il paziente candidato per la realizzazione di una corona totale ha:

  • Denti trattati endodonticamente devitalizzati con alto rischio di frattura; in questo caso la corona ha l'obiettivo di cerchiare il dente proteggendolo durante i carichi masticatori. L'esito della frattura può determinare anche l'estrazione del dente.
  • Denti con estesa distruzione coronale dove è necessario ristabilire una corretta forma per restituirne funzionalità ed estetica. Spesso si tratta di denti totalmente privi di smalto (porzione superficiale del dente) dove non è possibile effettuare restauri più conservativi come faccette o intarsi.
  • Denti con vecchie corone o otturazioni, scuri e insensibili ai trattamenti sbiancanti.


PROTESI FISSA SU IMPIANTI (Toronto-Bridge):

E' una protesi fissa che si applica, avvitandola agli abutment (pilastri protesici connessi agli impianti ) o direttamente avvitata sugli impianti. Questo tipo di protesi sostituisce dodici elementi dentali e ripristina sia gli aspetti estetici che funzionali. La sua caratteristica principale è quella per la quale il numero di denti ripristinati non corrisponde al numero degli impianti. Ciò significa che cinque impianti nell'arcata inferiore e sei nell'arcata superiore, sostengono dodici elementi dentali.

PROTESI FISSA SU IMPIANTI (All-on-4): 

Questa tecnica innovativa di implantologia sfrutta soli quattro impianti dentali per riabilitare pazienti edentuli (totalmente privi di denti) o con denti residui in condizioni precarie. In pratica, verranno posizionati solo quattro impianti dentali, di cui due laterali inclinati a 45 gradi per sfruttare appieno la qualità del’osso delle regioni anteriori, si possono così sostenere 10-12 corone protesiche di una intera arcata.


PROTESI MOBILE TOTALE

La protesi totale rientra tra i dispositivi afisiologici, in quanto i carichi masticatori vengono completamente scaricati sulla mucosa e sull'osso sottostante, perché denti residui o radici vengono a mancare. Ha quindi il compito di ristabilire completamente le funzioni masticatorie. Nell'esecuzione di questa protesi bisogna rispettare il profilo del viso (profilo facciale). Essa è meglio definita "protesi mobile totale" in quanto risulta essere un dispositivo che il paziente stesso può rimuovere e reinserire in qualsiasi momento della giornata. Sostituisce intere arcate ormai edentule, ed è costituito da una struttura di sostegno in resina acrilica. I denti utilizzati sono denti del commercio sia in ceramica che in resina acrilica o composita.